Il Cavalier King Charles Spaniel: origine della razza e informazioni

cavalier-king-charles-spanielChi non ricorda il famoso film “Lilli e il vagabondo” dove la protagonista era un cagnolina dolce, affettuosa e un po’ sofisticata? Lilli, dagli occhi grandi e languidi, ha affascinato milioni di bambini e anche adulti che, ormai genitori la ricordano con affetto. Bene, Lilli è un “Cavalier King Charles Spaniel”, razza caratterizzata da una taglia piccola essendo alti alla spalla 43 cm per i maschi e 40 cm per le femmine e il modo di procedere è elegante.

Gli occhioni sono tondi e grandi, il un pelo è lungo e setoso e può essere di tre colori: nero focato, blenheim, ruby e tricolore. Le orecchie sono lunghe, grandi e cascanti con pelo lungo e mosso mentre le zampe danno sempre l’idea di cucciolo con il pelo compatto che le ricopre. La bella coda scodinzolante è attaccata alta ed è ricoperta di un pelo soffice e morbido. La testa presenta una fronte piatta mentre il muso è un po’ allungato dalla espressione dolcissima.
La razza Cavalier King Charles Spaniel è stata ottenuta con un incrocio con i Carlini, di origini asiatiche per ottenere un cane con un muso più schiacciato. Le caratteristiche della razza sono state stabilite da un allevatore, Elridge, nel 1920 e viene chiamata anche “cani della regina” per la macchia di pelo scuro che presentano sulla fronte e tra i due occhi.

Il carattere del Cavalier King Charles Spaniel è dolcissimo e affettuoso, non è aggressivo, ma è ubbidiente e docile. Ama la compagnia per cui si affligge se rimane da solo per molto tempo. Data la taglia piccole e il carattere mite è adattissimo alla vita di appartamento ed è considerato un cane da compagnia per eccellenza. Ama dormire magari bello comodo su un divano e, se possibile, appiccicato al padrone di cui ama sentire il contatto. È un giocherellone soprattutto gli è gradito il lancio di una pallina che poi lui riporta subito al padrone e attende con pazienza un successivo tiro.

È adatto a stare con i bambini con cui adora fare delle corse e giocare.
La sua salute è piuttosto delicata anche a causa del cranio non molto grande che può fermare lo scorrimento del liquido cerebrospinale e causare paralisi. Un altro problema di questa razza è la valvulite mitralica che può comparire già dopo il primo anno e che è possibile curare o, se non ancora manifestata, prevenire. Può anche soffrire di cataratta che limita la sua capacità visiva anche in età giovanile. Nel complesso è un cane che va spesso controllato dal veterinario e, all’occorrenza, curato. L’alimentazione non deve assolutamente essere grassa o formata dai rimasugli della tavola, va nutrito con gli ottimo prodotti in commercio che contengono tutti gli ingredienti di cui necessitano. È goloso e chiederà un bocconcino quando siete a tavola, ma non fatevi commuovere dai suoi occhioni imploranti anche perché tende ad ingrassare.
Il bel pelo va spazzolato di frequente, non va tosato, solo qualche spuntature al pelo delle zampe. Anche le grandi orecchie vanno controlla te e pulite mentre il lungo pelo va spazzolato e spuntato.

Ilaria

31 anni, nata a Gorizia mi occupo di comunicazione web, come blogger, oltre che di educazione per l’infanzia e di Archeologia. Collaboro con diversi portali web e curo progetti off-line per la divulgazione e l'educazione nell'infanzia. Seguitemi su e Twitter.

More Posts

One Response to Il Cavalier King Charles Spaniel: origine della razza e informazioni

  1. Artur scrive:

    Brava Ilaria, è proprio un bell’articolo! Questi piccoli sono proprio una compagnia dolce e simpatica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ due = 5

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>