Taglia di 2000 euro sui killer di cavalli nel genovese

Grazie alla disponibilita’ di un donatore che preferisce restare anonimo, e’ aumentata da 1500 a 2000 euro la taglia per chi aiutera’ i carabinieri nelle indagini sull’uccisione di due cavalli nel parco dell’Aveto, nel comune di Borzonasca.

Le carcasse dei due animali, raggiunte da pallini per la caccia alla lepre, sono state trovate nei giorni scorsi nei pressi della malga Perlezzi e subito e’ salita l’indignazione tra ambientalisti e amanti dei cavalli che vorrebbero vedere gli animali circolare allo stato brado.

Gia’ da tempo il problema dei cavalli che scendono a valle in cerca di cibo danneggiando gli orti, e’ stato segnalato dagli abitanti dei vari comuni che insistono sull’area del parco, tanto che ad esempio, il sindaco di Ne’ Cesare Pesce (che del problema ha investito anche la prefettura) gia’ lo scorso anno aveva fatto un’ordinanza di cattura. Subito dopo la scoperta dei due abbattimenti le associazioni ”Un cavallo per amico”, ”Natura cavallo”, l’Enpa ed il Wwf hanno messo a disposizione 1500 euro come ricompensa per chi aiutera’ i carabinieri a trovare i responsabili.

E nelle ultime ore un donatore che preferisce l’anonimato ha aggiunto 500 euro. Ma nessun testimone per ora si sarebbe fatto avanti. Intanto un esperto di cavalli del luogo, Enrico Bertozzi ha lanciato l’ipotesi dell’adozione e gia’ decine di telefonate sono arrivate da molte parti d’Italia. ”L’ideale per risolvere il problema – spiega Bertozzi – sarebbe fare delle recinzioni alte. Penso invece all’adozione come un estremo rimedio”.