Un rondone ritorna a casa dopo 22 anni, muore sulle pale eoliche

Il rondone è stato avvistato in Scozia e i birdwatcher sono accorsi per ammirarlo.
Il rondone era un Coda spinosa a gola bianca detto anche rondone dei camini, piuttosto raro tanto che da 22 anni non se ne avvistavano in Scozia. L’uccello piccolo e agilissimo con una apertura alare di circa 30 cm, una lunghezza di circa 15 cm, dalle piume bianche o grigiastre sulla gola, mentre sul dorso e sulle ali sono scure con varie sfumature di grigio, la coda è piatta con piume rigide e spinose soprattutto nella parte terminale. È un uccello migratore e compie enormi distanze per spostarsi da un habitat all’altro. è più diffuso nel continente americano, ma in inverno migra verso sud.

Il nostro rondone aveva attraversato mezzo mondo per approdare in Scozia tra la grande eccitazione dei birdwatcher che ne avevano avvistati per solo otto volte dal 1846 ad oggi. L’ultimo avvistamento risale a 22 anni fa, nel 1991. E così gli appassionati sono partiti in massa per andare a Harris, un’isola delle Ebridi Esterne, al largo della Scozia, dove presumibilmente era arrivato il rondone muniti di macchine fotografiche e equipaggiati con scarpe da trekking. Tutti speranzosi di poter ammirare i voli acrobatici dell’uccello e magari anche di immortalarli con uno scatto fotografico. Un evento rarissimo e tale da ingolosire gli appassionati e da spingere alcuni ad attraversare tutto il Paese, provenendo da ogni dove.

E il rondone si è presentato all’appuntamento, elegante e agile ha volato sopra le teste degli estasiati ammiratori. I voli sono durati qualche ora permettendo anche scatti di pregevoli foto per la gioia degli appassionati. I voli sono stati molto rapidi e veloci, come è indole di questi tipo di rondone. Infatti esso è l’uccello più veloce al mondo in volo battuto.
Purtroppo tra un volteggio e l’altro il raro rondone non si è accorto della presenza delle pale eoliche che giravano le loro pale poco lontano,e ci ha sbattuto contro con violenza. È morto così, per colpa di una banale pale eolica ed è precipitato a terra sotto gli occhi degli sbalorditi e dispiaciutissimi estimatori. Uno spettacolo poco piacevole, molto triste. Il raro rondone coda spinosa gola bianca se ne è andato di nuovo dopo 22 anni, ma questa volta non tornerà più.
Gli spostamenti dell’animale erano stati monitorati da Nick Moran, del British Trust for Ornithology fin dal suo arrivo in Scozia ed era stato proprio lui a lanciare la notizia della sua presenza nei cieli del Paese e a suscitare l’eccitazione degli appassionati.